Piattform

Cultura & Tempo libero

Piattaforma + Plattform una porzione di mondo sospesa, un’isola felice per i giovani nella periferia industriale di Egna.

La forza inscalfibile del calcestruzzo mescolata alla fragilità del vetro e delle lampade in stile orientale. Come una metafora dell’identità giovanile, dura e leggera al contempo, Piattform dedica ai giovani un palcoscenico sul quale agire. L’intera proprietà, sollevata rispetto al mondo circostante, è costituita da ambienti diversi e multifunzione. Un micro cosmo industriale fatto di cemento, asfalto e acciaio. Un ambiente grezzo che, proprio per la sua nudità, ciascuno può personalizzare. Un invito ad esprimersi e a fare dello spazio il proprio luogo creativo.

 

Prima di essere architettura Piattform è un ritrovo sospeso. La scelta di sopraelevare il piano terra rispetto al contesto circostante dà la possibilità di definire e delimitare lo spazio, senza isolarlo. Racchiuso su tre lati il centro giovanile si apre verso la strada. Il primo piano dell’edificio principale in calcestruzzo è un monolite di grandi dimensioni che fluttua sul piano sottostante, in vetro. Sotto, concerti e avvenimenti in contiguità fra interno ed esterno. Sopra, ambienti definiti, intimi, illuminati dalla luce naturale che entra dai grandi oblò. La scala in stile industriale collega le due porzioni di mondo attraverso un passaggio trasparente, che rinnova la relazione con la luce e l’esterno. Un’architettura ruvida e minimale che, come una tela bianca, lascia spazio all’immaginazione.

Anno

2007

Luogo

Egna

Commitente

Comune di Egna

Cubatura

3.184 m³

Fotografia

M. Scherer

Crediti

Pardeller Putzer Scherer Architekten

blank
blank
blank
blank
blank